Siete dei signori in un mondo di merda*

Ho fatto la frittata**.

Senza buttarla troppo per le lunghe, ché mi aspetta un lavoro certosino per ridare una parvenza di continuità col vecchio spazio web***, ho dimenticato di rinnovare l’abbonamento per tenere in vita il mio (vecchio, ormai) dominio dalianera.net.

I furbetti del web (ne esistono parecchi anche qui), appollaiati dietro i nostri pannelli di controllo ad aspettare che qualcuno di noi si dimentichi (come ho fatto io, senza scusa alcuna) di stare attento alla propria roba, ne hanno approfittato ancora una volta e hanno mandato a ramengo il mio vecchio blog. In soldoni, me l’hanno “rubato” in allegria. Quando l’ho scoperto, dal nervosismo, mi è venuto quasi da piangere.

Adesso, ciò che vedete a questa nuova URL https://www.dalianera.eu è nuovo di pacca. Nel senso che il blog è quello vecchio; il dominio, invece, no.

Seguiranno degli aggiornamenti.

*cambiando l’ordine dei sostantivi il risultato è l’unico appellativo valido per coloro i quali, sfruttando questi mezzucci, cercano, invano, di avere un minimo di visibilità in più in Rete, sulle spalle degli altri.

**post nato nei giorni scorsi di fronte ad una bottiglia di buon brandy e, dunque, dalla consecutio temporum un bel po’ alcolica.

***chi conosce la nascita di questa Biblioteca, sa bene che qui, al suo interno, non c’è post o link che il buon gidibao non sappia a menadito: è a lui che va tutto il merito di aver risistemato le cose per il verso giusto. Il sottoscritto, neppure sotto dettatura ne sarebbe stato capace.

technorati tags: ,

12 pensieri riguardo “Siete dei signori in un mondo di merda*

  1. Mr. Cima le chiedo venia se il vecchio account ha fatto poco poco lo scostumato ma mi hanno preso tutto in quel periodo, persino la buona educazione. 🙂
    Spero che le notizie che la riguardano siano tante e tutte positive.
    Un abbraccio.

  2. Ma se volevi far impazzire il povero Thunderbird che ha provato a mandarti un messaggio ed ha ricevuto in risposta una bella sfilza di male parole, potevi pure dirlo prima… 😀
    Aggiorno Google reader, va’…

  3. Shape lo so, ce ne vuole tanta di pazienza.
    Bentornato sulle pagine della Biblioteca (ed un ringraziamento a uncle Gugle). 😉

  4. Ecco perché non ti trovavo più ^__^

    Menomale che Google è sempre mio amico e si ricorda ancora dal tuo vecchio blog, dove ho potuto recuperare il nuovo indirizzo.

    Eh, ci vuole pazienza, ci vuole…

  5. >Lapilli non chiederlo a me, ho odiato a lungo quella ragazza bionda che sorridendomi mi infastidiva parecchio.

    >Alex ben detto, that’s mafia.

  6. Lo fecero anche a me, una volta.
    Tipo che tu registri il dominio per un anno, e loro lo registrarono all’ICANN per due anni. Quando scadè la mia registrazione, il dominio rimase in mano loro.
    That’s mafia.

  7. Finalmente!
    Non ce la facevo più ad approdare su un sito che pubblicizza hotel in estremo oriente.

    Quello che ti è successo è allucinante…

  8. >Gianni senza di te la Biblioteca si sarebbe fermata. Su questo non ho dubbi. Devo solo a te il merito di frequentare ancora, e con le stesse pagine, il tanto amato mondo dei blog.
    Grazie di cuore. 😉

    >Patty sarà per un’altra volta, l’importante è essere tornati. 🙂

    >^^wings^^ ricordati sempre che sei ancora il coautore di cotanta Biblioteca. 😉

  9. infatti non ti ho potuto nemmeno nominare fra i blog che mi piacciono perché non potevo mettere il link vabbè sarà per un’altra volta
    mi era venuto anche a me un nervoso quando appariva quell’altra orrenda pagina
    un grazie a gidi anche da me

  10. Carissimo Paolino,
    sono lietissimo che ora funzioni tutto per il meglio!!! 😉

    Comunque, senza di te questo blog (indipendentemente dal nome del dominio di primo livello generico e dai bot) non potrà mai essere così awesome… Questa e solo questa é la vera “BIBLIOTECA DI SHAWSHANK”.

    Happy Blogging

    Gianni 🙂

I commenti sono chiusi