Indirizzo portoghese

Capita che ci si appassioni ad un’artista che fino all’altro ieri non se ne conosceva l’esistenza. Mai sentita neppure nominare. Ed invece, adesso, per via di un album dal titolo favoloso, anche se non recente, non si fa altro che ascoltare questa voce.

Patrizia Laquidara

in:

Mielato

[audio:http://www.fileden.com/files/2007/5/3/1043485/01%20-%20Mielato.mp3]

Indirizzo portoghese

[audio:http://www.fileden.com/files/2007/5/3/1043485/02%20-%20Indirizzo%20Portoghese.mp3]

Cu cu rru cu cù

[audio:http://www.fileden.com/files/2007/5/3/1043485/13%20-%20Cu%20Cu%20Rru%20Cu%20Cu%20Paloma.mp3]

technorati tags: , ,

L’uomo che guardava passare i treni

Inizia una settimana di spostamenti fisici e mentali niente male:

[1]. Partenza da Napoli.
Ringraziando di cuore chi ha deciso di ripavimentare la pista di volo dell’aeroporto del capoluogo campano proprio in questi giorni, mi toccherà trascorrere 8 ore filate sopra un paio di treni. Infatti c’è da cambiare materiale rotabile a Roma, spero in orario, trenitalia permettendo. Destinazione Venezia.

[2].Treviso.
Giornata di lavoro presso la sede di un’azienda di tlc.

[3]. Da Treviso ancora a Venezia e in giornata (?) ritorno a Napoli.
L’aeroporto internazionale della mia città per questo giorno non sarà più in fase di manutenzione della pista: ciò nonostante, il viaggio di ritorno l’affronterò ancora in treno. Mah. Decisione imperscrutabile per me, difatti non l’ho deciso io. Non mi passerà più tutto questo peregrinare sulle rotaie. A proposito, dovrò anche stare attento. Almeno cosà pare.

[4]. Partenza per Roma, destinazione aeroporto di Fiumicino.
Bisogna essere sempre in movimento, per poi volare. E finalmente, dico io.

[1]. Martedà
[2]. Mercoledà
[3]. Giovedà
[4]. Venerdà

technorati tags: , ,

Aracnofobia

Ogni volta che vedo una (ragna)tela sapientemente costruita dal solito ragnetto stronzo [1] in qualsiasi punto a me accessibile, che ne so, una ringhiera, lungo lo spigolo di un muro, a ridosso di una porta, io non resisto. Debbo infilarci subito qualcosa dentro per distruggerla, chè a me i ragnetti, soprattutto quelli stronzi, mi stanno parecchio simpatici.

[1] Definizione difficile da riportare: diciamo che è quell’essere appartenente alla categoria degli artropodi che ama cascarmi addosso senza alcun preavviso.

technorati tags: ,